Home Consiglio Pastorale verbale CPNP 12.02.2019
verbale CPNP 12.02.2019 PDF Stampa E-mail
Scritto da il segretario   
Mercoledì 13 Febbraio 2019 18:26

NUOVA PARROCCHIA MARIA IMMACOLATA

VIA CASA BIANCA 35

 

VERBALE RIUNIONE

CONSIGLIO PASTORALE NUOVA PARROCCHIA

 

RIUNIONE 2/2019 del 12 febbraio 2019

La riunione del CPNP ha avuto inizio alle ore 20,45 con la preghiera del Vescovo per la Visita Pastorale.

I consiglieri si sono quindi presentati al Vescovo, poi il segretario ha illustrato brevemente l'attività del consiglio ed in particolare il PPC soffermandosi soprattutto sui punti non oggetto di specifici incontri coi singoli gruppi già previsti nell'ambito della Visita Pastorale.

Il Vescovo ha quindi preso la parola confermando di avere letto il PPC e complimentandosi per le attività e le proposte. Ha quindi affermato che siamo una anomalia nel panorama attuale essendo la Nuova Parrocchia uninominale più grande della Diocesi e che siamo una ricchezza, ma adesso dobbiamo chiederci : come sarà il domani? In che fase siamo del nostro cammino? Come è il nostro sentirci Chiesa?

Siamo in un periodo di grande cambiamento e dobbiamo interrogarci su tutta la realtà della Diocesi. Ci sono parrocchie, specie quelle di montagna, che non hanno presbiteri, in altre parole dobbiamo cominciare ad interrogarci sulla possibiltà di condividere le nostre “ricchezze” con altre parrocchie, inventando strade nuove di collaborazione.

Corrado interviene per affermare come il nostro essere nuova parrocchia uninominale, pur favorendoci per certi aspetti, ci abbia forse tolto un respiro più ampio e attento all'esterno. Questa attenzione però non si è palesata a livello di iniziative diocesane dove la nostra Parrocchia è quasi sempre presente in forze ( vedi ad esempio i 12 parrocchiani che partecipano al corso biennale di Formazione dei Formatori) né nell'attenzione che la Parrocchia ha avuto in questi anni nell'ospitare ad esempio gli incontri del gruppo Davide.L'intervento si conclude con l'invito a che, in prospettiva, ci sia una sempre maggiore quantità di laici che si assumano responsabilità all'interno delle comunità.

Federico chiede se, parlando di Chiesa in uscita, l'iniziativa di piccoli gruppi di famiglie che si ritrovano in preghiera ( come auspicato anche dal PPC) possa essere valida.Il Vescovo replica che la famiglia deve essere evangelizzatrice non solo al suo interno ma anche nelle immediate vicinanze, quindi ben vengano iniziative di lettura della Parola coinvolgendo i condomini o i vicini.

Luca domanda se i gruppi famiglie non finiscano a volte per creare una sorta di pastorale di élite, al che il Vescovo invita a rileggere il Direttorio di Pastorale Familiare del 1993 ai punti 126-128 in cui si invitano i gruppi familiari a mantenere un rapporto di comunione con l'intera Parrocchia evitando forme di chiusura. Il Vescovo invita quindi i gruppi famiglia all'attenzione ad ogni famiglia.

Rocco sottolinea come abbia notato al momento dell'ingresso in Parrocchia una folta presenza di giovani e come ancora questa ricchezza si sia mantenuta negli anni. Il Vescovo rileva come questa sia una ricchezza che nel futuro potrebbe mancare a fronte di un forte calo demografico. A tal fine anche per le giovani coppie occorre mostrare a livello di accoglienza e attenzione una sollecita vicinanza da parte delle nostre comunità.

Daniele pone la questione se le Comunità siano pronte ad accettare un allargamento delle stesse. Il Vescovo risponde che in futuro non tutte le Parrocchie potranno avere un presbitero; non per questo dovranno snaturarsi ma dovranno necessariamente diventare “Comunità con una vita comunitaria”. Ad esempio avere una formazione comune per i catechisti.

Sara si chiede come intendere Chiesa in uscita anche alla luce dei grandi gesti di apertura di Papa Francesco. Il Vescovo è convinto che la nostra epoca abbia un Papa scelto dalla Provvidenza che sa parlare coi gesti. Chiesa in uscita vuol dire attenzione anche a chi professa altre religioni e che ci porta comunque una testimonianza di fede “fresca”. Noi abbiamo bisogno di questa freschezza per rinnovare la nostra fede : soprattutto recuperando il senso della presenza di Dio nella quotidianità. Il Vescovo invita quindi a valorizzare la presenza di fratelli cristiani provenienti da altre culture per un reciproco arricchimento.

L'incontro si conclude con la preghiera alle 22,25.

 

 
Banner
Copyright © 2019 www.parrocchiamariaimmacolata.org. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.