Auguri da Serge Stampa
Scritto da Serge Arthur   
Giovedì 05 Gennaio 2012 19:47
Carissimi,
vi mando i miei auguri migliori per quest'anno. non volevo scrivere le solite cose, e spero che questo vi possa aiutare a vivere la vostra vocazione e il vostro cammino. é davvero il mio augurio più sincero per questo anno nuovo che iniziera con tutte le sue difficoltà. il testo che ho scritto è un po' lungo e chiedo scusa, ma raccomando anche di leggerlo tutto, è un augurio a riscoprire l'essenziale in questi tempi di crisi. le parole non sono mie, ma di un autore che è stato più ispirato di me...

Guardando alla santa famiglia, perché la felicità non è un traguardo, ma un modo di camminare, un modo di vivere, vi auguro di RIMANERE FIDANZATI, VIVERE DA CONIUGI, AGIRE COME AMANTI, PER ESSERE SPOSI.

RIMANETE FIDANZATI: il fidanzamento è il periodo del rincorrersi. Non lasciate spegnere la frizzante poesia dello "spetalare" le margherite dei giorni, chiedendosi "m'ama, non m'ama". Sposarsi non è tanto "trovare" la persona giusta, ma "essere" la persona giusta. Non chiudete mai l'orizzonte dei grandi sogni insieme. Se ci si accontenta, se non si curano le piccole cose, si passa subito dalle parolone alle paroline, alle parolacce. Non sono le montagne a stancare gli uomini che le scalano, ma i sassolini nelle loro scarpe.

VIVETE DA CONIUGI: la parola "coniugi" significa "legati sotto lo stesso giogo". Quando l'uomo scopre che, tirato con il giogo l'aratro va in profondità, ottiene un raccolto molto più ricco. L'augurio è quindi: imparate a litigare bene! Non lasciate mai finire un giorno se non avete fatto pace. Non tutti gli errori sono sconfitte e non tutte le vittorie servono a rendersi migliori. Il rischio è quello di una favola "ribaltata", che inizia con "vissero felici e contenti" e finisce con "c'era una volta". Spesso si tende a rendere difficile il facile attraverso l'inutile. Non spaventatevi mai dei momenti freddi, ma abbiate sempre paura dei momenti tiepidi. Amare significa imparare a dirsi: "amami quando meno me lo merito perché sarà quando ne avrò più bisogno"

AGITE COME AMANTI. Dicevano gli antichi: "il vento spegne una candela, ma rinvigorisce un incendio". Fedeltà non è solo non tradire, ma è impegno a rinnovarsi. L'infedeltà non è mai un tonfo, ma un cammino involutivo. Questa prospettiva fa guardare alle fedi come ad anelli di una catena che legano, ma restando staccati. Secondo me andrebbero portati ai piedi. Perché? Basta pensare a come nasce un passo: un piede si pianta per terra perché l'altro si lanci libero. Se i due piedi pensassero di fare sempre tutto insieme, o starebbero bloccati immobili o procederebbero a salti stancandosi. Se ciascun piede pensasse di fare per conto proprio, si cadrebbe. Per andare avanti bisogna curare e custodire la libertà: sta qui il segreto dell'equilibrio.

COSÌ POTRETE ESSERE "SPOSI". Qualcuno fa derivare la parola sposi da sponsor. Siate "pubblicità " dell'amore in ogni istante, quando la vita è gustosa o piccante, o quando il boccone è amaro o difficile da digerire. Siate lo "sponsor" di quell'Amore con la A maiuscola che vi siete giurati davanti all'altare. Questo amore ha un volto: è il volto di Dio, a immagine e somiglianza del quale siamo stati creati. il Dio Amore vi accompagna ogni giorno, come premura che protegge dalle tempeste, come tenerezza che difende dall'aridità, come sorridente compagno di giochi, come fonte a cui ogni giorno dissetarsi, da sempre nuova sete. Vivete questo amore da qui fino all'infinito, nella gioia e nel dolore, nella buona e nella cattiva sorte. Sarà quello il ballo della vostra vita. Come in ogni ballo vi troverete a fare un passo avanti e due indietro, poi tre avanti e uno indietro. Ma è questione di ritmo. A volte la musica della via sarà energica da farvi saltare, altre volte vi porterà a un valzer lento dolce e tenero, altre volte ancora vi farà sedere in disparte perché non vi piace. Come in ogni danza, poi, ci sarà sempre qualcuno che vi pesta un piede o vi dà una gomitata. Anche questo è questione di ritmo. Passi avanti e indietro, perdite di ritmo, piedi pestati, tutto ciò può esserci, ma nulla di ciò può intaccare la magia della musica dell'amore.

 

 

 


Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Gennaio 2012 19:53