Home Gruppi Famiglie
Gruppo Famiglie

La Parrocchia non ha bisogno solo del Parroco ma di tutta la comunità che in varie forme e in vari modi deve renderla viva e feconda, luogo di preghiera ma anche e soprattutto di accoglienza. I gruppi famiglie hanno anche questo ruolo. In particolare il gruppo famiglie “senior” oltre a confrontarsi su temi legati all’educazione dei figli ormai adolescenti, ha il compito di animare la comunità e collaborare al fine di promuovere varie iniziative all’interno della stessa. Conservare la casa di Sasso, raccogliere fondi per mantenere efficienti le strutture, organizzare le feste per gli anniversari di matrimonio sono solo alcuni esempi.

Per questo è necessario che sempre più famiglie vengano coinvolte in tutto questo e si uniscano ai gruppi già esistenti o ne formino altri. E’ un’esperienza molto bella rendersi conto che da singole unità familiari siamo diventati un grande gruppo di amici, capace di instaurare legami veri e profondi, uniti da uno scopo: crescere nella fede e nel servizio verso gli altri.

Ci incontriamo una volta al mese da settembre a giugno e a conclusione di questo percorso ci ritroviamo in estate per condividere una settimana di svago, di preghiera e di approfondimento nel meraviglioso scenario delle dolomiti. Anche quest’anno si sono uniti nuovi amici e ci auguriamo che l’esperienza sia stata così positiva da sentire il bisogno di continuare il cammino intrapreso.

Personalmente non potrei più fare a meno delle domeniche trascorse insieme, delle passeggiate, delle risate e delle serate trascorse a chiacchierare e a condividere gioie e dolori di ciascuno di noi.

E’ un’esperienza unica….

Cinzia



Incontri di preparazione al matrimonio - 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Corrado   
Lunedì 09 Gennaio 2017 19:33

Iniziano questo mese gli incontri di preparazione al matrimonio secondo il seguente calendario:

 

  • Mercoledì 11Gennaio: Accolti per accogliere. A.L.
  • Mercoledì 25 Gennaio: In principio è l’Amore.
  • Domenica 29 Gennaio: Celebrazione Eucaristica comunitaria Chiesa Maria Immacolata ore 10,30 . Incontro. Assemblea e famiglia piccola chiesa domestica (A.L. 317-318). AperiDinner
  • Sabato 11 Febbraio ore 20,45: Veglia in Battistero e Duomo
  • Mercoledì 15 Febbraio: Il dialogo di coppia (A.L.136-141).
  • Mercoledì 1 Marzo: Sposarsi nel Signore.
  • Sabato 18 Marzo ore 17: Incontro Prof. Poli al Centro Pastorale Diocesano Via Solferino, 24. Il sì per sempre.
  • Mercoledì 22 Marzo: Il Sacramento del Matrimonio (A.L.71-79).
  • Mercoledì 5 Aprile: Ascoltiamo e incontriamo il Signore -Veglia di preghiera -.
  • Mercoledì 19 Aprile:  La famiglia si apre alla vita. Diventare genitori.
  • Mercoledì 3 Maggio: Fecondità allargata. Il progetto sponsale.

Gli incontri si terranno nel salone di San Luca, salvo diversa indicazione

 

 

Allegati:
Scarica questo file (CALENDARIO INCONTRI DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO  ANNO 2017.doc)Calendario incontri[ ]24 Kb
Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Gennaio 2017 19:34
 
VEGLIA ..... A LUME DI CANDELA PDF Stampa E-mail
Scritto da Corrado   
Domenica 15 Febbraio 2015 17:03

Ieri sera, alla Veglia dei Fidanzati in Duomo è stato molto bello : vedere 250 fidanzati intorno al loro Vescovo è stata una gioia grande !!. Veglia iniziata in Battistero con i segni battesimali dell’acqua e della luce.

Luce  che con le candele accese al cero pasquale , ci ha accompagnati in processione al Duomo, la Chiesa Madre di Parma (Veglia a lume di candela….questo era il titolo..).

Indispensabile l’aiuto che tanti di voi hanno dato per il rinfresco, che ha visto la stragrande maggioranza dei Fidanzati  gradire molto quanto altri gruppi di Famiglie della Diocesi avevano preparato con generosità e che si è protratto ben oltre le 11.

Il Vescovo nelle sue riflessioni ha lasciato un mandato ai Fidanzati che, penso, possa essere raccolto ed essere di stimolo per tutti noi, sposi da anni . Essere CUORE  della Chiesa e ANIMA della Società civile.

CUORE perché la Chiesa trasmette l’Amore di Cristo per tutti gli uomini e la Famiglia vive  questo amore, lo incarna al suo interno. Cuore perché al centro. Cuore perché pulsa e trasmette sangue a tutto l’organismo. Cuore perché sede della accoglienza e della tenerezza  .

ANIMA della Società che è confusa, disorientata, talora con luci fatue od ingannatrici che assolutizzano valori che disorientano come il possedere o l’avere. Anima che porta la speranza. Anima che vince la paura e la solitudine.

Allegati:
Scarica questo file (20150214_220125.jpg)20150214_220125.jpg[ ]2325 Kb
Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Ottobre 2015 17:48
 
Famiglia e società PDF Stampa E-mail
Scritto da Corrado   
Domenica 07 Dicembre 2014 14:17

Vi allego gli appunti che ho rielaborato, dell'incontro cui ho partecipato ieri su famiglia e società, tenuto dal Centro di bio-etica Luigi Migone, relatore  Mauro Magatti Docente di Scienze politiche e sociali a Milano.

E' molto interessante, sia per lo spunto storico, sia per le implicazioni che la cultura e la  tecnica esercitano sulla famiglia oggi, disgregandola.

Spero di aver fatto cosa gradita
Buona lettura

 

 

FAMIGLIA E SOCIETA’.


Appunti della Relazione del Sociologo Mauro Magatti, Docente di Scienze politiche e sociali. (Centro di bio-etica “Luigi Migone” - 6/12/2014)

La famiglia come sistema di rapporti che regolano la vita di relazione in quella casa e prima cellula di organizzazione della società.

Famiglia come istituzione dove sono state elaborate  nella storia le regole che governano due rapporti fondamentali: quelli sessuali/affettivi e i  rapporti tra le generazioni.

La famiglia è elemento costitutivo della storia occidentale, cellula fondamentale della vita sociale in Occidente e in questo l'occidente rischia di essere smemorato.

Ad esempio nella cultura africana la mancanza di un rapporto e di una responsabilità tra le generazioni da parte paterna sta mettendo grossi ostacoli allo sviluppo economico. Per contro il filo rosso storico delle leggi che hanno regolato il matrimonio, (trasmissione della vita come dono della madre) e il patrimonio (trasmissione dei beni come dono del padre), hanno posto le fondamenta dello sviluppo economico in Occidente.

Oggi il processo culturale in Occidente va verso una progressiva individualizzazione.

Emerge un IO individuale ed in grado di auto determinarsi. Istruzione, mezzi di comunicazione, leggi, economia, spingono l’IO a liberarsi, a svincolarsi.

Ci concepiamo e ci realizziamo come individui: dare rilevanza al destino di ciascuno in quanto tale è importante però bisogna porre attenzione quando l'IO è depositario del giudizio morale, porre attenzione all'individualizzazione come valore assoluto,
proposta che anche la spinta neo-liberista porta avanti.

Sia la cultura di sinistra chi è di destra portano verso una cultura individualista.

Inoltre esiste anche una trasformazione tecnica, di un sistema tecnico che cambia in modo significativo ciò che noi possiamo fare o non fare e cambia quindi il valore ultimo delle cose.

Ad esempio la pillola è stata come una bomba che ha defrafrato il rapporto tra affetto e procreazione, ha slegato il rapporto affettivo dal rapporto unitivo.

Altro fattore è la procreazione assistita e un altro il prolungamento della vita come frutti di una Tecnica che sta aggredendo i rapporti famigliari.

L'intervento della Tecnica come processo attivo sulla stabilità dei rapporti affettivi e genitoriali della famiglia , è potente.

Anche i modi di vita ci condizionano. Oggi le condizioni di vita sono tali che è molto più probabile non stare insieme che stare insieme: la vita è organizzata per gestire il singolo individuo; non c'è più il tempo della famiglia per stare insieme tra padre madre e figli.

I rapporti tendono a sciogliersi perché i tempi sono organizzati in rapporto alle esigenze dei singoli ma non della famiglia. Ecco allora ad esempio che l'interruzione della settimana con il riposo domenicale diventa una esigenza di sopravvivenza della famiglia, di libertà.

E’ giunto il tempo in cui l' Occidente si potrà sbarazzare della famiglia perché potrà gestire i rapporti in modo individualistico? E’' possibile immaginare una società in cui si farà a meno della famiglia? Il costo che avremmo per  abbandonare questo modello di società basato sulla famiglia è enorme.

Intanto diciamo che la famiglia è fondamentale perché è imperfetta, perché al suo interno i rapporti sono imperfetti, perché è il luogo della “non-scelta”. Noi scegliamo una moglie o un marito ma la/lo scegliamo nel cambiamento, nel divenire; e ancor più non scegliamo i figli, non si scelgono i fratelli non si scelgono i genitori.  Questo è un bene sociale enorme: si amano e si accolgono i genitori e i figli come sono. Questo ci apre alla socialità dell'altro, all’accoglienza dell'altro. Se abbandoniamo questa palestra “non scelta” abbiamo una perdita enorme di socialità, perderemmo il modo di allenarci all'altro.

Tuttavia famiglia deve cambiare se vuole sopravvivere. Ma quale famiglia vogliamo? come difenderla?

Propongo tre ambiti di cambiamento.

Il primo riguarda il modo di vita. La famiglia si nutre di rapporti con altre famiglie. non deve essere troppo nuclearizzata. la famiglia respira insieme ad altre famiglie altrimenti manca l'ossigeno. Vanno ricreate le condizioni di interazione e di scambio con le altre famiglie.

Il secondo riguarda l'aspetto di elaborazione delle capacità del maschile e del femminile nel rispetto reciproco. Occorre un rapporto maschile/femminile più ricco (vedi violenze di genere intra-famigliare).

Il terzo aspetto riguarda il rapporto generazionale tra genitori e figli: occorre una maggiore responsabilità del ruolo generazionale ed una costruzione di un’area di autonomia/rispetto dei figli.

La tecnica oggi sembra dire all'uomo di non avere limiti per cui sembra che il bene sia tutto ciò che riusciamo a fare.

Ma davvero tutto ciò che riusciamo a fare è bene e tutto ciò che non riusciamo a fare è non-bene?

La tecnica tratta tutto come “neutro” o indifferente e genera una “cultura del neutro” o dell’indifferente.

La società neutra, della equivalenza, è una società piatta; una società della parcellizzazione dell'individuo che assumendo un valore assoluto slegato dalla relazione, in realtà si sottopone al dominio da parte di un sistema economico e tecnocratico: non è libertà.

Per contro la società orizzontale è un progetto sociale di relazione in cui tutto non è piatto e uniforme, ma esistono prati, colline, laghi, città e campagne, in cui la relazione costruisce l'individuo e la sua libertà.

Ultimo aggiornamento Domenica 07 Dicembre 2014 14:18
 
Ripresa della attività del Gruppo Famiglie Junior PDF Stampa E-mail
Scritto da Corrado Contini   
Martedì 23 Settembre 2014 17:46

Domenica  scorsa, 21 Settembre, presso il salone della Chiesa di San Luca, è ripreso il cammino del gruppo Famiglie Junior, delle famiglie, cioè , sposate negli ultimi anni , con bimbi da 0 a 3 anni.

Il gruppo è andato via via crescendo negli ultimi due-tre anni ed attualmente si ritrovano stabilmente una decina di famiglie  con altre che ruotano secondo le disponibilità di tempo e di impegni nei diversi incontri.

E' stato un momento per ritrovarci insieme dopo la pausa estiva; scoprire che i bimbi sono cresciuti in fretta; condividere le gioie (una famiglia ci ha comunicato di essere in dolce attesa...) ed i dolori (la scomparsa di un genitore ...), perchè , come spesso accade, la vita e la morte si intrecciano  e ci richiamano costantemente al disegno provvidenziale di AMORE che il Padre ha pensato per noi..

Si è deciso che il cammino di questo nuovo anno sarà dedicato ad approfondire i valori, le motivazioni,  le speranze e le attese che la scelta sponsale di coppia ci aveva fatto intuire, per godere ed annunciare la gioia del "Vangelo buono del Matrimonio" !! Crediamo che oggi sia quanto mai indispensabile scoprire, vivere e annunciare, la Grazia che la presenza del Signore Gesù suscita dentro e tra gli sposi che vivono l'amore scambievole nel loro quotidiano. E' davvero una avventura bella, buona, avvincente, realizzante che siamo chiamati a testimoniare soprattutto nel nostro vissuto. Questo percorso occuperà tre incontri.

Gli altri tre incontri saranno dedicati al tema educazionale :gli sposi diventano genitori e questa genitorialità comporta e si estrinseca nel processo educativo. Da quel momento in poi i genitori sono i primi educatori dei loro figli in un processo che li coinvolge entrambi, ancora una volta, indissolubilmente. Scoprire cosa significa essere genitori/educatori; quali atteggiamenti e risposte i nostri figli ci provocano; come coltivare l'intesa di coppia in questo ambito così particolareed impegnativo, saranno le domande che affronteremo insieme per verificarci ed incoraggiarci a vicenda : nessuno nasce geniitore !!

Chiunque, delle famiglie della Parrocchia, volesse partecipare è bene accetto !!

Corrado e Michela

Allegati:
Scarica questo file (20140921_185457.jpg)20140921_185457.jpg[ ]2806 Kb
 
Corso di preparazione al matrimonio cristiano PDF Stampa E-mail
Scritto da Corrado e Michela, Alberto e Francesca, Stefano e Cristina con don Francesco senior e junior   
Mercoledì 14 Maggio 2014 18:05

Si è appena concluso per i futuri Sposi  il Corso di preparazione al Matrimonio cristiano, articolato in otto serate, che ha visto la partecipazione di 21 coppie di fidanzatin provenienti dalla nostra e da altre Parrocchie. L'adesione e l'interesse dimostrati per il Corso sono stati alti , come anche si evince dai questionari di gradimenti riconsegnati all'ultimo incontro e ancor più dai sorrisi di ringraziamento che ci siamo sentiti rivolti al momento dei saluti.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Dicembre 2014 08:27
 
«InizioPrec.12345Succ.Fine»

Pagina 1 di 5
Banner
Copyright © 2017 www.parrocchiamariaimmacolata.org. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Calendario degli incontri

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Gruppo Famiglie "Senior"


- domenica 21 settembre: a Sasso

- sabato 18 ottobre: "Fedele è Colui che vi chiama"

- sabato 15 novembre: cena insieme in Oratorio

- domenica 16 novembre: Convegno Diocesano Famiglie

- sabato 20 dicembre: Veglia di preghiera in preparazione del Natale

- sabato 24 gennaio: Riflessione-preghiera

- sabato 21 febbraio: Riflessione e condivisione servizio

- sabato 28 marzo: Veglia di preghiera in preparazione della Pasqua

- sabato 11-12 aprile: ritiro 2gg presso i Saveriani di Ancona

 

 

 

PROGRAMMA ATTIVITA’ GRUPPO FAMIGLIE “JUNIOR”  2013-2014