Home L'iniziazione Cristiana
L'iniziazione Cristiana

DA CATECHESI DEI FANCIULLI AD  INIZIAZIONE CRISTIANA 

Da qualche  anno la nostra parrocchia ha scelto di seguire un’esperienza alternativa nel percorso di formazione cristiana per i bambini che in seconda elementare iniziano questo cammino.
Tale percorso si sviluppa  lungo cinque anni  dalla seconda elementare alla prima media.

Quali sono le differenze col passato?

La prima differenza riguarda i termini utilizzati : non si parla più di Catechismo dei fanciulli ma di Iniziazione Cristiana. Si intende cioè distinguere il Catechismo inteso come l’incontro in Parrocchia  da un processo educativo più completo nel quale rimane sì l’incontro in parrocchia, ma solo come parte di un insieme più articolato.

La novità sostanziale di questa proposta è il coinvolgimento della famiglia e in primis dei genitori : non si delega più alla Parrocchia la formazione cristiana dei propri figli “mandandoli a Catechismo”, ma ci si riappropria di un aspetto educativo che  compete ai genitori  come primi maestri della fede dei propri figli.

Particolarmente felice è dunque il titolo dell’esperienza  che  viene proposta: “Lo racconterete ai vostri figli” poiché citando quello che  per il popolo di Israele era un comandamento in ricordo di quanto il Signore aveva compiuto, invita anche noi oggi a trasmettere ai nostri figli la esperienza dell’Amore che il Padre ha avuto per noi.
Il fine ultimo dell’itinerario di iniziazione è far scoprire ai bambini e riscoprire come  genitori insieme a loro, che l’incontro con  Gesù , per vivere in amicizia con Lui, è ciò che dà fondamento e significato a tutta la nostra vita.

Altra differenza riguarda  il fatto che il percorso proposto è svincolato da un diretto approccio ai  Sacramenti : non si  va al catechismo in funzione dei sacramenti da ricevere ( Riconciliazione- Eucaristia- Confermazione) ma, nell’ambito  di questo cammino di iniziazione,  si ha un graduale coinvolgimento dei bambini  alla vita cristiana, alle celebrazioni liturgiche e con  tempi e modalità da concordare al cammino sacramentale.

La nostra Parrocchia ha scelto di seguire un percorso che riprende, attualizzandola al nostro contesto, un’esperienza sorta nella diocesi di Trento.
Praticamente l’esperienza proposta si articola :
- per i bambini  in due incontri al mese in parrocchia (per un totale di 12 incontri) tenuti da un catechista adulto insieme a due giovani animatori; e in un incontro al mese in famiglia tenuto dai genitori;
- per i genitori in un incontro al mese in Parrocchia (per un totale di 6 incontri) tenuto dal parroco insieme ad alcuni animatori,  in cui si approfondisce il proprio cammino di educatori alla fede e si prepara il terzo incontro mensile per i propri figli in famiglia.
Tutti i bambini sono poi invitati alla partecipazione alla S. Messa sia pure con un approccio graduale: essi vengono presentati alla comunità una domenica mattina quindi sono invitati all’appuntamento per i ragazzi alla S.Messa delle ore 10,00.

L’impegno della parrocchia è dunque duplice: da un lato si segue coi catechisti il cammino dei bambini, dall’altro si aiutano i genitori  a divenire consapevoli  e responsabili  del compito di essere educatori dei propri figli promuovendo in essi una fede adulta.



calendario iniziazione cristiana: ottobre-dicembre 2016 PDF Stampa E-mail
Scritto da don francesco   
Domenica 13 Ottobre 2013 11:02

Appuntamenti in Parrocchia per il cammino di Iniziazione Cristiana dei fanciulli  (7-12 anni)

 

CALENDARIO INIZIAZIONE CRISTIANA

OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE  2016

PRIMO CORSO  :

NOVEMBRE  2016: LUNEDì  N 21

DOMENICA 4  DICEMBRE: Famiglia in Parrocchia: S.Messa –incontro – pranzo

Fanciulli: Liturgia della Parola

Dicembre 2016: LUNDì 12 - 18

Domenica  4/12: Liturgia della Parola fanciulli

DOMENICA  25/12:  – S. NATALE DI GESU’. ore 10,30   S. Eucaristia in Parrocchia

 

SECONDO CORSO  :


OTTOBRE 2016: GIOVEDÌ :  6 – 20

DOMENICA  16:  Liturgia della Parola fanciulli

NOVEMBRE  2016: GIOVEDÌ :   10 – 24

DOMENICA 6 NOVEMBRE: Famiglia in Parrocchia: S.Messa –incontro – pranzo

Fanciulli: Liturgia della Parola

Dicembre 2016: Giovedì 1° - 15

Domenica  4/12: Liturgia della Parola fanciulli

DOMENICA  25/12:  – S. NATALE DI GESU’. ore 10,30   S. Eucaristia in Parrocchia


TERZO  CORSO :

OTTOBRE  2016: mercoledì   5 - 19

DOMENICA 23: ore 10,30: Liturgia della Parola fanciulli -

Novembre   2016: mercoledì 9 - 23

DOMENICA 13:   ore 10,30 - Famiglia in Parrocchia: S.Messa –incontro – pranzo

Fanciulli: Liturgia della Parola

Dicembre   2016: MERCOLEDÌ :   7 e 21

DOMENICA  11 - ore 10,30 - Fanciulli: Liturgia della Parola

DOMENICA  25/12:  – S. NATALE DI GESU’. ore 10,30   S. Eucaristia in Parrocchia


QUARTO  CORSO :

Ottobre  2016 MARTEDÌ :  4 – 18

Novembre  2016: MARTEDI’: 8 - 22

Dicembre  2016: MARTEDì  6 – 20 (ORE 17 (Riconciliazione Fanciulli)

DOMENICA 11, ore 10,30 - - Famiglia in Parrocchia: S. Messa –incontro – pranzo

DOMENICA  25/12:  – S. NATALE DI GESU’. ore 10,30   S. Eucaristia in Parrocchia


QUINTO  CORSO:

OTTOBRE  2016: MERCOLEDÌ :   12 - 26

NOVEMBRE  2016: MERCOLEDÌ :   16 – 30

DOMENICA 20: ORE 10,30 -   Famiglia in Parrocchia: S. Messa –incontro – pranzo

DICEMBRE 2016: MERCOLEDI  14 – 21 (RICONCILIAZIONE fanciulli)

Mercoledì 7 dicembre “Festa dell’Immacolata” presentazione dei cresimandi alla Comunità e al Vescovo

DOMENICA  25/12:  – S. NATALE DI GESU’. ore 10,30   S. Eucaristia in Parrocchia

 

____----++++++++----______

2017

2017: GENNAIO – FEBBRAIO – MARZO

 

PRIMO CORSO  :

GENNAIO 2017: lunedì  9 – 23

Febbraio: lunedì 6 -20

Marzo: lunedì  6 -  20

Mercoledì 1° , ore 18,30 in parrocchia: Celebrazione S. Ceneri e Eucaristia

DOMENICA 12 marzo: ORE 10,30: Famiglia in Parrocchia: S.Messa –incontro – pranzo

 

SECONDO CORSO

GENNAIO 2017: GIOVEDÌ : 19 – 26

DOMENICA 15: fanciulli Liturgia della parola

FEBBRAIO: GIOVEDì   9 - 16

DOMENICA  5 : : 0RE 10,30: Famiglia in Parrocchia: S.Messa –incontro – pranzo

Fanciulli: Liturgia della Parola

MARZO: GIOVEDì 9 -23

Mercoledì 1° , ore 18,30 in parrocchia: Celebrazione S. Ceneri e Eucaristia

Domenica  12 – Fanciulli Liturgia della parola

 

TERZO  CORSO :

GENNAIO   2017: mercoledì  11 – 18

DOMENICA: 22: fanciulli, liturgia della Parola

FEBBRAIO:  mercoledì  1° 15

DOMENICA   19: ore 10,30 -Famiglia in Parrocchia: S.Messa –incontro – pranzo

Fanciulli: Liturgia della Parola

MARZO: mercoledì 8 – 22

Mercoledì 1° , ore 18,30 in parrocchia: Celebrazione S. Ceneri e Eucaristia

DOMENICA 19: Liturgia della Parola fanciulli

 

 

QUARTO  CORSO :

GENNAIO   2017 MARTEDÌ :  10  -  24

DOMENICA 22:  fanciulli: S. Messa  incontro

FEBBRAIO : MARTEDI’: 7  -  21

DOMENICA 19 - Fanciulli S. Messa e incontro

MARZO: MARTEDì 7  -  21

Mercoledì 1° , ore 18,30 in parrocchia: Celebrazione S. Ceneri e Eucaristia

DOMENICA 19, ore 10,30 - - Famiglia in Parrocchia - S. Messa incontro - pranzo

 

QUINTO  CORSO:

GENNAIO   2017: MERCOLEDÌ :   11  -  25

FEBBRAIO : : MERCOLEDÌ :   8  - 22

MARZO: MERCOLEDì  15  -  29

Mercoledì 1° , ore 18,30 in parrocchia: Celebrazione S. Ceneri e Eucaristia

DOMENICA  5: ORE 10,30 -   Famiglia in Parrocchia: S. Messa –incontro – pranzo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 



Ultimo aggiornamento Martedì 03 Gennaio 2017 10:15
 
L'educazione religiosa nella prima infanzia PDF Stampa E-mail
Scritto da Diego   

L’EDUCAZIONE RELIGIOSA NELLA PRIMA INFANZIA

Quando comincia l’educazione religiosa dei bambini? Per rispondere partiremo da un piccolo aneddoto:  “Una donna si rivolge ad un saggio, la cui fama era diffusa nel luogo in cui abitava. Vuol sapere da lui quando è opportuno che inizi ad educare religiosamente sua figlia. Il saggio chiede allora l’età della bambina e quando viene a sapere che ha cinque anni dice alla madre: “Presto corri a casa, sei cinque anni in ritardo!”.

Ben poco è necessario aggiungere al brano sopra riportato che sintetizza efficacemente il perché la nostra parrocchia abbia ritenuto utile creare un occasione di incontro per genitori di bambini da 0 a 6 anni (gruppo post-battesimo).

L’importanza di fare percepire ai bambini di questa età il mistero in cui sono immersi nasce dalla convinzione che sin dalla nascita siano destinati all’incontro con Dio Padre. Come le piccole testuggini marine che appena uscite dall’uovo deposto sulla spiaggia avvertono l’istinto irrefrenabile di strisciare sulla sabbia, trovando pace solo quando giungono ad immergersi nelle acque dell’oceano, così ogni uomo sente dentro di sé il desiderio di risposte alle domande più vere che riguardano la propria esistenza (da dove vengo?, dove vado?), si sente attratto irrefrenabilmente dal mistero della vita e di Dio. E chi ne ha fatta diretta esperienza sa bene che anche nei bambini c’è questa ricerca del conoscere cosa c’è “dietro”, cosa c’è “oltre”.
Il desiderio più grande è proprio che i nostri figli possano incontrare nel cammino della loro vita il Dio-Amore nella persona di Gesù per lasciarsi avvolgere dal suo caldo abbraccio “oceanico” 1.

Poiché però il Dio cristiano non è pura astrazione, un Dio lontano, ma carne e sangue, nella persona di Gesù che ci dice: “venite e vedrete” (Gv 1,38), “cercate e  troverete”(Mt 7,7), “toccatemi e guardate” (Lc 24,38) la possibilità dell’incontro con il Padre nasce nella quotidianità, da una lenta, lunga e paziente consuetudine alla cura di una indispensabile dimensione spirituale che va oltre la (ma non prescinde dalla) concretezza dei mille impegni che caratterizzano la nostra vita.

Il gruppo post-battesimo vuole essere proprio e semplicemente questo: l’occasione di ritagliarci un piccolo spazio nella vita frenetica che viviamo tra impegni familiari e lavorativi per ripensare al grande “mistero” della vita, per approfondire la nostra debole fede, per condividere i nostri dubbi (senza la presunzione di eliminarli). L’intento non è quello di “imparare delle cose” o delle “lezioni” per poi “insegnarle” ai nostri figli, ma quello di confrontarci insieme e dotarci di qualche strumento e qualche spunto che ci aiuti ad alimentare quel desiderio di Dio presente in ciascuna delle nostre “tartarughine” così come in ognuno di noi. L’educazione religiosa dei bambini a questa età (o-6 anni) non consiste infatti in una trasmissione di valori, di principi, di credenze, ma nel “respirare un clima”. Clima di cui sono artefici i genitori che trasmettono al bambino il loro senso di religiosità e di dialogo con l’Assoluto attraverso gesti semplici e ripetuti, che caratterizzano la quotidianità: il segno della croce, l’andare insieme a messa, recitare il Padre nostro o l’Ave Maria. Tutti “riti” che costituiscono per i bambini preziosi strumenti di apertura alla trascendenza e che segnano per i nostri figli una importante “sentiero” su cui presto muoveranno i loro primi, incerti, passi che seguiremo con trepidazione e speranza.

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Ottobre 2015 20:35
 


Banner
Copyright © 2017 www.parrocchiamariaimmacolata.org. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.